top of page

Come Sopravvivere alla Climate Anxiety in un Mondo Inquinato?

"Ma dai, è solo un pezzo di spazzatura".

"È un ciclo naturale, non possiamo farci niente".

"Non ho voglia di passare a prodotti più sostenibili; quelli normali costano meno".


Quante volte hai sentito queste frasi?

Ma... sapevi che per alcune persone ascoltare questi commenti può essere fonte di ansia? Scopriamo di più sulla "Climate Anxiety", grazie ad alcuni esperti che si sono uniti a questa conversazione.

Climate Anxiety: un effetto collaterale del cambiamento climatico


Di fronte a sfide climatiche senza precedenti, è emersa una preoccupazione crescente: un peso psicologico chiamato climate anxiety.


Si tratta di una lotta che molti sperimentano quando assistono (quasi inermi) all'impatto del degrado ambientale e agli effetti mutevoli del clima. Oggi ti accompagniamo in un viaggio per capire meglio:

  • Cos'è la climate anxiety

  • Come alleviare i sintomi con soluzioni sostenibili

Grazie ai consigli degli esperti Janna Hoppmann e Fabian Hirt di ClimateMind e della psicologa Sara Aparicio, che lavora con le persone che affrontano tutti i giorni la Climate Anxiety.


Cos'è la Climate Anxiety?

Per rispondere a questa domanda abbiamo chiesto agli esperti, i nostri amici di ClimateMind, startup che consente alle persone e alle organizzazioni di diventare veri e propri artefici del cambiamento.


Ci hanno spiegato che: "la climate anxiety è una reazione sana alla minaccia reale della crisi climatica". Non è quindi un fenomeno patologico e, nella maggior parte dei casi, non richiede un trattamento terapeutico.


Tuttavia, "è importante specificare che la climate anxiety- nota anche come eco-ansia - può essere solo una delle tante reazioni emotive alla crisi climatica. Oltre all'ansia, possono manifestarsi anche emozioni come rabbia e tristezza. Queste diverse reazioni emotive riflettono il profondo impatto che la crisi climatica può avere sulla nostra sfera emotiva". Nel caso in cui però il senso di frustrazione diventi più grave, potrebbe essere necessario chiedere aiuto.

E se dovessi aver bisogno di un trattamento terapeutico, la buona notizia è che professionisti della salute mentale sono ora più preparati ad aiutare e guidare gli individui che sperimentano o hanno sperimentato la climate anxiety.


Come la Climate Anxiety Può Avere Effetti Sulla Tua Salute Mentale


La Climate Anxiety è un'esperienza profondamente personale ed emotiva che gli individui si trovano a vivere. Per ogni persona, dunque, l’esperienza di climate anxiety può essere diversa, oltre ad avere vari livelli di intensità emotiva. Alcuni dei sentimenti comuni includono

  • Preoccupazione e paura: per le conseguenze immediate e a lungo termine del cambiamento climatico sulla propria vita.

  • Impotenza e disperazione: La sensazione che azioni individuali possano sembrare insignificanti di fronte alle sfide globali può portare a un profondo carico emotivo.

  • Dolore: La continua perdita di biodiversità e il degrado degli ecosistemi evocano un senso di dolore.

  • Angoscia esistenziale: Soprattutto per la prospettiva di un pianeta che potrebbe essere radicalmente alterato per le generazioni future.

  • Stress e burnout: A causa della costante esposizione a notizie angoscianti e all'incertezza del futuro.

  • Senso di ingiustizia: Riconoscendo gli impatti sproporzionati del cambiamento climatico sulle comunità più deboli.


Il cambiamento climatico non è solo un problema ambientale; è un'esperienza profondamente umana che richiede conversazioni compassionevoli e azioni collettive.


Le Radici della Climate Anxiety


Possono verificarsi cause diverse per cui ogni persona inizia a sperimentare climate anxiety. Queste possono essere dovute a fattori ambientali, sociali e psicologici.

I nostri amici di ClimateMind hanno sottolineato che "la climate anxiety si esprime in misura diversa nei vari Paesi, a seconda di quanto la crisi climatica stia già mostrando i suoi effetti".


Studi recenti hanno dimostrato che la climate anxiety è attualmente molto più diffusa nelle Filippine, ad esempio, che in Europa, poiché la crisi climatica sta già avendo conseguenze drammatiche sulla realtà della vita delle persone. Questo sottolinea che l'ansia climatica è una reazione a una minaccia reale". Tra le cause più comuni vi sono:

  • Degrado ambientale: Gli impatti tangibili del degrado ambientale, come l'inquinamento, la deforestazione e la perdita di biodiversità, svolgono un ruolo significativo nell'innescare l'ansia climatica. Un chiaro esempio è l'inquinamento atmosferico, che può servire come promemoria concreto delle conseguenze che le attività umane hanno sul cambiamento climatico.

  • Eventi meteorologici estremi e loro conseguenze: L'aumento della frequenza e dell'intensità degli eventi meteorologici estremi, dagli uragani agli incendi selvaggi, dalle inondazioni alla siccità, e le conseguenze di questi eventi, con le comunità alle prese con distruzione, sfollamento e perdite, sono un promemoria "vicino a casa" degli impatti del cambiamento climatico.

  • L'influenza dei media: La copertura continua di disastri, i rapporti scientifici sui cambiamenti climatici e i dibattiti sulle politiche ambientali creano uno sfondo costante di preoccupazione. Inoltre, la saturazione di immagini e informazioni angoscianti amplifica l'impatto emotivo.

  • Paura del futuro: L'incertezza che circonda il futuro, unita all'anticipazione di potenziali catastrofi, genera apprensione o angoscia. Inoltre, il concetto di eco-grief emerge quando gli individui si confrontano con la perdita di paesaggi familiari, il declino delle specie e la consapevolezza che il mondo che conoscono sta subendo trasformazioni profonde e irreversibili.


Alcune persone possono avere come causa principale una, alcune o addirittura tutte queste. Per chi soffre di climate anxiety, è importante identificare la causa o le cause principali, perché conoscendole i passi successivi per trovare soluzioni diventano più facili.


Cosa posso fare se soffro di eco-ansia?


L'empowerment è un aspetto fondamentale per combattere la climate anxiety.

Abbiamo parlato con Sara Aparicio, psicologa ed esperta proprio di climate anxiety, la quale consiglia: "cambiamenti sostenibili possono farti sentire meglio nella battaglia contro il cambiamento climatico". Dai quindi un'occhiata ad alcuni cambiamenti strategici specifici.


4 primi passi verso la tranquillità:


  • Comprendere l'impatto individuale: Un aspetto fondamentale per risolvere la climate anxiety è riconoscere l'influenza delle azioni individuali e come queste possano giocare un ruolo fondamentale nel plasmare un futuro più sostenibile.

  • Piccole azioni che portano a un cambiamento collettivo: Le piccole azioni, se moltiplicate nelle comunità, portano a un cambiamento positivo significativo. Impegnandosi in conversazioni, condividendo conoscenze e sostenendo iniziative sostenibili, si può diventare un catalizzatore per un movimento più ampio verso un pianeta più verde.

  • Pratiche ecologiche nella vita quotidiana: Semplici cambiamenti nelle abitudini quotidiane che riducono l'impronta ecologica, come la riduzione della plastica monouso, la conservazione dell'energia e la pratica di un consumo consapevole, sono strumenti potenti per mitigare l'impatto ambientale e fornire un senso di scopo e di responsabilità nella lotta contro il cambiamento climatico. .

  • Pratiche di Mindfulness: Le pratiche di mindfulness, tra cui la meditazione e l'immersione nella natura, possono agire come un balsamo per la mente ansiosa. Coltivando una connessione più profonda con l'ambiente e promuovendo un senso di presenza, è possibile affrontare le sfide emotive poste dal cambiamento climatico con maggiore resilienza.

Un alleato sorprendente: la tecnologia


Le innovazioni tecnologiche svolgono un ruolo cruciale nell'affrontare il cambiamento climatico e una di queste è Pure Air Zone. Fornendo aria pulita nei tuoi spazi (come uffici, negozi e persino cliniche) e introducendo servizi di purificazione all'avanguardia che si allineano ai principi ambientali, sociali e di governance (ESG), non solo combattiamo l'inquinamento ma contribuiamo anche ad alleviare la climate anxiety.


Insieme siamo più forti: come ritrovare pace se soffri di climate anxiety

La guida di esperti, tra cui psicologi e professionisti della salute mentale, è indispensabile. Le intuizioni di questi professionisti fanno luce sulla relazione olistica tra ambiente e benessere mentale.


Sara Aparicio spiega che "un ottimo modo per affrontare la climate anxiety è quello di intraprendere azioni comunitarie e cercare di coinvolgere le generazioni più giovani {...}. Ho osservato grandi progressi da parte di individui che collaborano anche con i bambini e gli adolescenti, perché sono loro il futuro. In un certo senso, questo dà un senso di sollievo perché anche le generazioni che verranno si prenderanno cura del pianeta".


Gli esperti di ClimateMind suggeriscono che "ci sono due modi per affrontare la climate anxiety in modo sano: un approccio orientato alle emozioni o un approccio orientato ai problemi. Nell'approccio orientato alle emozioni, l'attenzione è rivolta ad affrontare direttamente la propria ansia. In questo caso, l'obiettivo è riconoscere l'ansia, riflettere su di essa e applicare strategie efficaci per regolarla. Ciò può essere ottenuto, ad esempio, parlando con altri della paura o con regolari esercizi di mindfulness. L'approccio orientato al problema, invece, si concentra sull'affrontare le radici dell'ansia. Nel caso della climate anxiety queste sono le cause della crisi climatica, che dovrebbero essere affrontate attivamente per un approccio sano all'ansia {...}".


Climate Anxiety e Aria Pulita


Un ottimo modo per ritrovare la serenità e aiutare gli altri a ridurre l'ansia è un ambiente con aria pulita. Come?

L'aria pulita può essere una fonte di conforto e tranquillità, fornendo un rifugio in mezzo alle incertezze di un clima che cambia.


Infatti, uno studio pubblicato nel 2018 ha analizzato i dati di quasi 150 milioni di persone negli Stati Uniti e in Danimarca, scoprendo che l'esposizione all'inquinamento atmosferico è significativamente associata a un aumento del rischio di disturbi psichiatrici, anche a livelli di esposizione relativamente bassi.


L'aria pura può favorire il benessere influenzando profondamente la salute mentale e sostenendo anche l'impatto individuale attraverso il disinquinamento.

Creando speranza per il futuro, "every purchase has a purpose" Pure Air Zone fa entrambe le cose. Insieme, possiamo respirare meglio!


Vogliamo ringraziare in modo particolare Janna Hoppmann e Fabian Hirt di Climate Mind e la psicologa Sara Aparicio per aver partecipato a questo articolo!!!


La start-up ClimateMind forma e consiglia i leader di tutta Europa su come costruire competenze trasformazionali e diventare veri e propri change maker. Maggiori informazioni qui.

Sara Aparicio è una psicologa esperta di educazione al clima con sede a Lisbona.




20 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page