HQ

38 Craven Street

WC2N 5NG London, UK

ITALY
Via Bandello 16,

20123  Milan
 

U-earth Biotech ©2019

  • Grey Vimeo Icon
  • Grey LinkedIn Icon

U-earth, efficienza nel trattamento delle emissioni industriali

Il costo dell’abbattimento degli inquinanti cresce continuamente. Normative ambientali e di sicurezza sul lavoro spingono le strutture industriali al trattamento dell’aria sia tecnica che ambientale. I sistemi attualmente in uso per l’aria ambientale basati sulla ventilazione sono inefficienti inviando le emissioni ad un impianto al di fuori della struttura. I purificatori d'aria U-Earth distruggono i contaminanti all’interno della struttura senza bisogno di ventilare o canalizzare generando un notevole risparmio energetico dovuto ai minori ricambi d’aria e loro preventivo raffreddamento o riscaldamento. I sistemi U-Earth sono anche largamente utilizzati per il trattamento di emissioni da solventi VOC, Composti organici volatili, da lavorazioni industriali sia attraverso canalizzazione che in forma libera, fornendo una valida ed efficiente alternativa biologica ai filtri ai carboni attivi e ai post combustori.

 

Emissioni Industriali e controllo degli odori.

 

Il controllo degli odori è un grave problema per l'industria e la comunità circostante. Alcuni processi operano mascherando gli odori, mentre altri li riducono. I sistemi U-Earth distruggono gli odori alla fonte attraverso il processo di bio-ossidazione aiutando a ridurre i costi e migliorare le relazioni con il vicinato.

 

Superiore alla ventilazione.

 

Contaminanti e odori persistenti, viaggiano sul particolato. Queste particelle sono elettricamente cariche. Il loro movimento è controllato da campi elettrici e non dai flusso d'aria in quanto la maggioranza delle particelle, nella misura del 98% delle particelle totali, sono inferiori a 0,5 micron e quindi con massa troppo piccola per rispondere a gravità o ventilazione. Ipurificaroti per l'aria U-Earth catturano e distruggono gli odori e i contaminanti indoor in tempo reale, generando risparmio energetico, miglioramento della salute e della sicurezza e prevenzione a situazioni di emergenza epidemiologica.

 

Superiore ai carboni attivi

 

I sistemi U-Earth incorporano un elemento di design a spirale avanzato che elimina la necessità di canalizzazione dell’aria trattando sostanze contaminanti inadatte ai filtri ai carboni attivi, come i composti polari, monossido di carbonio e formaldeide. Il carbone attivo diventa rapidamente saturo e richiede manutenzioni frequenti. I sistemi U-Earth limitano o eliminano i costi di sostituzione filtri ai carboni attivi.

 

Superiore all’ossidazione termica

 

Molte volte gli inceneritori richiedono più spazio di quello degli impianti di fabbricazione. I sistemi U-Earth hanno un ingombro minimo e sono in grado di inserirsi in spazi molto ristretti. Dal momento che, i sistemi U-Earth sono biologici non contribuiscono ad un supplementare inquinamento dell'aria in quanto non producono sostanze di scarto pericolose. Lavorano a temperatura ambiente e non aumentano il consumo di energia. 

 

INDUSTRIA TIPOGRAFICA

Tutta l’industria tipografica, sia essa di stampa rotocalco, flessografia oppure offset, deve affrontare in maniera efficiente il contenimento delle emissioni da solvente provenienti dalle lavorazioni. I sistemi U-Earth trattano in maniera efficace l’aria tecnica tradizionalmente trattata da filtri ai carboni attivi e post combustori, e l’aria ambientale carica di solventi fuggitivi attraverso dei bio-reattori freestanding posizionati nei pressi delle macchine di stampa in grado di catturare le emissioni sia canalizzate che libere, scomponendole per ossidazione biologica in anidride carbonica, acqua + tracce di eventuale base elementare. Un sistema innovativo, pulito, sostenibile ed estremamente facile da gestire. Ad integrazione dei bio-reattori, il team di U-Earth attraverso un sistema di controllo in remoto, tiene monitorato il livello dei solventi nell’aria e il corretto funzionamento dei bio-reattori in tempo reale, fornendo la soluzione più efficiente, pulita e sicura al mondo.

CASE STUDY: Earthcolor, Print Facility USA, Ammonia Emissions

 

Stampatrice flessografica e Laminatore

Un grande sistema di biotrattamento AIRcel studiato specificamente per stampanti è utilizzato per sostituire gli ossidanti termici catalitici e rigenerativi. In questo caso distrugge l’n-propil acetato e le altre emissioni di solvente derivanti dai processi di stampa e di “finitura”. Inoltre il sistema incide sul fattore risparmio che nel consumo di energia e nell’utilizzo, pesa approssimativamente 1/10 del sistema che sostituisce e richiede solo 1/10 dello spazio di un inceneritore

 

Tipografie

Il sistema U-Earth distrugge i fumi e le emissioni rilasciate dai prodotti di lavaggio delle stampanti, un solvente utilizzato appunto per pulire i rulli delle piccole macchine per la stampa. Il solvente più comune utilizzato dall’industria contiene petrolio, nafta, glicole dipropilenico metile e etere ed è considerato un OSHA classe 1B, liquido infiammabile. Il sistema U-Earth riduce anche gli odori associati all’uso di questo solvente mantenendo i livelli di esposizione al di sotto dei limiti degli standard OSHA negli ambienti di lavoro.

 

Controllo di ammoniaca nei processi di produzione di inchiostro

Un CAP-902X è stato installato in linea con un mixer di inchiostro per controllare le emissioni di ammoniaca. L’ammoniaca pura è presente nel processo di produzione dell’inchiostro in un milione di parti per milione. Il sistema CAP-902X tratta I fumi che escono dal mixer di scarico riducendo le emissioni di ammoniaca al di sotto dei 50ppm (parti per milione), una riduzione alla concentrazione di 99,99% 

 

INDUSTRIA ALIMENTARE

I sistemi U-Earth sono dei validissimi alleati nella soluzione di problematiche legate all’industria alimentare. Laddove esistano problemi di contaminazione batterica durante le lavorazioni, di acari o muffe, di composti volatili utilizzati per aromi, di polveri sottili che sfuggono alla ventilazione, o di odori persistenti che passano oltre i confini del sito produttivo generando lamentele dal vicinato, i sistemi U-Earth sono una soluzione a tutte le problematiche attraverso il posizionamento di bio-reattori freestanding, studiato dai nostri ingegneri ambientali, eseguito in giornata, senza bisogno di canalizzazioni o adeguamenti strutturali. I contaminanti vengono catturate e completamente neutralizzati nel caso di batteri e acari o muffe, e i composti trasformati in acqua e anidrite carbonica + eventuale base elementare, attraverso bio-ossidazione. La provata efficacia per il contenimento degli odori ne fa un sistema dalle performances uniche al mondo.

CASE STUDY: Aromi, Panifici US, Food Processing US

 

Controllo delle muffe in un panificio

Il proprietario di un panificio a Milford, New Jersey, ha cercato di ridurre il danno causato dalle muffe al suo prodotto. Dopo aver appreso che quella dei sistemi U-Earth è una tecnologia totalmente naturale, che con un processo biologico tratta l’inquinamento dell’aria, il proprietario ha deciso di provare un AIRcel600 all’interno del suo panificio. L’utilizzo del sistema ha dimostrato la grande efficacia nel controllare la muffa e continuare a rimuovere le spore dall’aria, prevenendo così la contaminazione del prodotto.

 

Odori fastidiosi eliminati negli impianti di produzione alimentare

Gli impianti di produzione di prodotti alimentari nel New Jersey utilizzano oleoresine, aromi chimici ed altri ingredienti per migliorare il sapore, l’aroma e i colori naturali delle materie prime. Questi liquidi concentrati ed estratti contengono componenti volatili che intensificano gli aromi. Gli stessi aromi intensi diventano fastidiosi per coloro che lavorano immersi nella loro produzione giorno dopo giorno diventando un problema per la salute. In diversi locali sono stati posizionati tre AIRcel600 mentre un AIRcel5000 è stato installato in un area di trasferimento estremamente odorifera. Grazie al successo di tale tecnologia la Società ha deciso di piazzare ulteriori unità nelle altre aree problematiche. 

 

CLEAN ROOMS

Le clean room industriali pur essendo controllate da sistemi di ventilazione aderenti alle stringenti normative del sistema ISO per la qualità dell’aria clean room standard, spesso lamentano problemi di bio-burden, e di picchi di contaminazione particellare che impongono controlli continui delle condizioni ambientali nei locali adibiti a lavorazioni speciali. In base al tipo di lavorazione spesso gli operatori si aumentano per emissioni odorigene persistenti che, anche laddove non fossero dannose, costituiscono un ostacolo al comfort del lavoratore limitandone la produttività. I sistemi U-Earth vengono installati nella clean room assicurando il controllo dei picchi di contaminazione batterica e particellare mentre catturano e distruggono le emissioni volatili da composti ad esempio quali MMA, cicloesanone ecc. Laddove è possibile diminuire il ricircolo dell’aria ne derivano cost savings significativi.

CASE STUDY: Sister, Clean Room US

 

Controllo indoor air quality in una clean room

Due impianti AIRcel600 sono stati testati per controllare i contaminanti e i particolati in una stanza utilizzata per la fabbricazione di parti di computer. La società utilizzava i filtri HEPA che però non davano nessun risultato. I sistemi U-Earth hanno risolto i loro problemi, eliminando i fumi esalati da xilene, tetraidrofurano (THF), e dimetilacetamide (DMA). Contestualmente la ventilazione è stata diminuita da 9000 a 3000CFM generando un risparmio energetico importante. A questo punto gli impiegati descrivono la loro stanza, come una vera “clean room”. 

 

INDUSTRIA METALMECCANICA

I problemi ricorrenti nell’industria metal meccanica legati alla qualità dell’aria sono molteplici. Nelle fonderie si hanno esalazioni diffuse dovute al raffreddamento delle fusioni e polveri sottili dovute al recupero degli stampi. Nelle zone di lavorazione e rettifica, così come nelle zone di lavorazioni meccaniche, sono sempre presenti problematiche di polveri di metallo e particelle di olio aerodisperso che la ventilazione o i precipitatori elettrostatici non riescono a controllare. I sistemi U-Earth, attraverso dei bio-reattori freestanding opportunamente posizionati nelle aree di lavorazione, senza bisogno di nessuna canalizzazione o intervento strutturale, vengono installati in giornata risolvendo i problemi di polveri di metallo e polveri sottili in genere, che catturati fino alle dimensioni infinitesimali si depositano sul fondo dei reattori, mentre l’olio aerodisperso viene catturato per carica elettrica molecolare, l’emulsione viene disgregata attraverso la bio-ossidazione della componente organica e il deposito sul fondo della parte inerte. Il sistema U-Earth ha delle performance di cattura ed abbattimento uniche al mondo per l’industria metal meccanica, generando un ambiente di lavoro salubre e pulito come mai possibile prima d’ora. CASE STUDY: Beretta, FAST NY City subway US

 

Separazione dei solidi oleosi dai liquidi in un’acciaieria

Il sistema di lavaggio CleanSoil™ è stato testato su un massimo di 100 tonnellate al giorno di rifiuti fangosi della principale compagnia di acciaio degli Stati Uniti per il recupero dei prodotti in ferro, acqua e oli puliti. Questo sistema di pulizia del terreno incorpora una multi stadio, un estrattore in continuo degli oli contenuti in alta concentrazione nel terreno, uno stripper per olio ed acqua e due impianti di filtrazione. I prodotti ferrosi sono stati separati dai fanghi per essere riciclati, gli oli purificati sono stati raccolti per la vendita e il riutilizzo, il solvente recuperato per il riciclo ed infine le acque recuperate per lo smaltimento. 

 

 

MECCANICI E STAZIONI DI SERVIZIO

La qualità dell’aria nelle officine meccaniche è estremamente bassa a causa di alte concentrazioni di idrocarburi, particolato, oxono, NOX e monossido di carbonio. Il sistema U-Earth è in grado di catturare e bio-ossidare tutti gli idrocarburi generati dai vapori dei carburanti, e catturare tutte le polveri sottili generate da polvere da freni, polvere da pneumatici e fumi di scarico, risultando efficiente laddove la ventilazione fallisce, non essendo in grado di trattare i contaminanti sopra descritti soprattutto in caso di versamenti accidentali e fumi pesanti. I sistemi U-Earth rappresentano una soluzione totale per i problemi di qualità dell’aria di officine meccaniche e stazioni di rifornimento.

CASE STUDY: Auto Repair

 

Stazioni di rifornimento carburante

I sistemi U-Earth hanno sostituito i trattamenti con carboni attivi sul progetto di estrazione dei vapori del terreno utilizzato nel trasferimento di un gasdotto della California per bonificare il suolo contaminato da metano, idrocarburi e glicole. I carboni attivi non si dimostravano efficaci a causa della notevole umidità e dei pesanti idrocarburi trovati, cosa che richiede un ricambio costante del letto di carbone. Due AIRcel600 rimpiazzano il carbone attivo, occupando molto meno spazio del letto di carbone e risparmiando all’incirca $400 al giorno nei costi per il ricambio dei filtri.

 

Officine meccaniche per l’auto e negozi di vernici per auto

I tecnici specializzati nelle riparazioni delle automobili e coloro che lavorano nei negozio di vernici sono costantemente esposti ai contaminanti dell’aria come CO, VOCs, SOx e NOx. Studi recenti hanno dimostrato che le esalazioni di diesel hanno un potenziale effetto cancerogeno sull’uomo. A questo proposito i sistemi U-Earth distruggono i contaminanti del’aria presenti negli scarichi delle automobili ed eliminano i rischi per la salute dovuti alla inalazione, durante la respirazione, di questi componenti.

 

Design di AIRcel per officine meccaniche

La Mechanics Education Association of New Jersey ha chiesto a Air & Water Solutions (Società di biotecnologie che si occupa di sistemi di trattamenti biologici per l’industria affiliata a U-Earth) di progettare un piccolo sistema per il controllo e il miglioramento della qualità dell’aria indoor all’interno di officine meccaniche e di verniciatura delle automobili. Utilizzando la stessa tecnologia applicata a per pulire i luoghi altamente inquinati, Air & Water Solutions, in pratica, ha “miniaturizzato” il suo design industriale ed ha creato CAP™ Clean Air Plant, precursore dell’attuale AIRcel, il primo portatile ed ecologico sistema di pulizia dell’aria che agisce sull’inquinamento dell’aria indoor. Testato su scarichi delle auto, fumi di vernici, pulitori per freni, fumo di sigarette e altri contaminanti dell’aria negli ambienti interni, il CAP distrugge tutti i tipi di inquinamento organico come CO, VOCs, SOx, NOx, ozono, rimuove i metalli pesanti e solidi dall’aria ed elimina gli odori causati dall’inquinamento. 

 

AUTO REPAIR AND SERVICE STATIONS

INDUSTRIA PETROLIFERA

 

Emissioni dei serbatoi controllate

Un sistema U-Earth è utilizzato per controllare le emissioni di una delle più grandi imprese di trasporto, immagazzinamento e distribuzione di energia del Nord America. Situato a Carteret (New Jersey), la Società possiede una capacità di immagazzinaggio di 7 milioni di barili e trasporta petrolio e prodotti chimici attraverso tutto il Nord America. Le nuove regolamentazioni in materia richiedono che la Società tratti gli spostamenti d’aria nel serbatoio quando vengono caricati il petrolio e gli altri componenti chimici all’interno del serbatoio dei mezzi. In precedenza veniva utilizzato il trattamento ai carboni attivi, ma si è rilevato che il carbonio diventa rapidamente saturo con in vapori chimici e potrebbe anche prendere fuoco. Il sistema U-Earth mantiene i livelli delle emissioni dalle cisterne abbastanza bassi da andare incontro alle leggi e risparmiare nei costi per la sostituzione dei carboni attivi.

 

Contaminazione da MTBE pulita nei luoghi vicino ad una scuola

Un contractor dello stato del Delaware, mediante l’estrazione di vapore del suolo per pulire VOC e MTBE ha contaminato il terreno in un garage di vicino a una scuola pubblica superiore, non ha potuto incominciare il progetto perché i vapori non trattati hanno superato i livelli consentiti di VOCs e MTBE nell’aria. L’applicazione di un sistema AIRcel600 all’esistente sistema SVE ha raggiunto un tasso di eliminazione di 35 libbre (16kg circa) di BOD (richiesta di ossigeno biologico) al giorno consentendo al contractor di iniziare le operazioni di pulizia.

 

Pulizia di MTBE ed idrocarburi di origine petrolifera

Il CWP™ Clean Water Plant è stato testato, insieme a diverse altre tecnologie, per il trattamento del metil-ter-butil-etere (MTBE) e degli idrocarburi di origine petrolifera. L’Alisto Engineering Group è stato chiamato in causa da una grande azienda internazionale per studiare e valutare tecnologie alternative per il trattamento dell’ MTBE e gli idrocarburi presenti nel sottosuolo: il CWP e CAP è stato considerato essere il più efficace, considerando anche il rapporto qualità prezzo nel trattamento dell’MTBE rispetto alle altre tecnologie testate che implicavano l’uso dei filtri al carbonio, le resine di assorbimento, l’ossidazione avanzata e i trattamenti acidi.

 

Trattamento di solventi clorurati in Superfund site

A Brockport, New York, nella Sweden-3 Chapman Superfund Site è stata applicata una combinazione di sistemi CWP/CAP per trattare i gas dell’aria contenenti componenti organiche volatili (VOC) e le acque sotterranee. L’obiettivo del progetto era di ridurre per il 50% i contaminanti presenti: per agire sulle acque sotterranee in loco sono stati installati due CWP nel sottosuolo in modo che lavorassero sui solventi clorurati come TCE, 1, 2, dicloroetano, toluene, acetone, MEK, e MIBK, mentre il the CAP™ Clean Air Plant ha trattato le componenti organiche volatili. Dopo 11 mesi, circa l’80% delle 42 libre (quasi 19kg) dei composti dell’obiettivo è stato distrutto, cosa che ha superato il traguardo del 30%.

 

Separazione del carburante PAHs da catrame

La società Air & Water Solutions ha condotto diversi studi di raffronto sui campioni catrame che contenevano più di 500ppm di PAHs. Il trattamento di pulizia del terreno CleanSoil™ ha prodotto carbonati solidi, testati eccellenti come combustibili, il PAH liquido, che rappresenta anch’esso un eccellente come carburante (simile all’olio carburante N.2) e le acque sporche che sono state poi pulite con un impianto CWP™ Clean Water Plant. Il principale vantaggio di questo processo consiste nel fatto che tratta in maniera davvero efficiente le acque, i rifiuti e il terreno: si compone di tre unità di operazione che includono il pre-trattamento, l’estrazione e il frazionamento.

 

Trattamento biologico delle acque sotterranee contaminate

Una proprietà residenziale inizia ad essere contaminata le cantine sono state allagate da acque contaminate da olio combustibile. Fumi ed odori si sono infiltrati in tutta la casa rendendola inabitabile. Per questo motivo è stato installato nella cantina un CAP-90 per distruggere ed eliminare gli odori alla sorgente prima che si diffondessero intorno per i quartieri abitati. Inoltre un CWP-175 è stato invece posizionato nelle cantine vicino al pozzo per pulire le acque prima della filtrazione del carbonio. Nel giro di tre giorni, gli odori sono stati eliminati e lo strato di olio sulla superficie delle acque era visibilmente scomparso. Il tempo necessario alla pulizia si è ridotto così drasticamente e si è concretizzato un risparmio sui costi in quanto il CWP ha potuto eliminare la sostituzione dei filtri ai carboni, l’aspirazione del liquido con autopompa e la necessità di ventilazione. 

 

 
 

INDUSTRIA PLASTICA

Controllo delle emissioni di Metacrilato di metile (MMA)

Un produttore di plastica a New York mantiene i livelli delle emissioni di metacrilato di metile sotto il controllo in linea con le regolamentazioni in vigore. La società produce fogli in acrilico rinforzato, per illuminazione e applicazioni decorative, e fogli di fibra di vetro per l’utilizzo in aeromobili e navi. La produzione di materiale plastico emette circa 10 libbre all’ora (equivalente a 4,54kg/h). Un AIRcel5000 installato sulla linea di produzione porta i livelli di emissione approssimativamente attorno a 2 libbre al giorno (0,91kg al giorno), dunque al di sotto i livelli definiti dalla regolamentazione. Un AIRcel600 posizionato nella sala da pranzo controlla gli odori mentre i lavoratori consumano il pranzo e contribuisce alla reazione di una zona di aria pulita. Questa zona attira gli odori che aleggiano attorno e pulisce le stanze adiacenti dalle emissioni di MMA. 

 

INDUSTRIA CHIMICA

 

Pulizia delle acque reflue provenienti dall’industria chimica

A Newark, le acque reflue di un’industria chimica non possiede gli standard idonei per venire immesse negli scarichi dell’ente fognaria pubblica, ragion per cui l’industria ha dovuto raccogliere le acque ed incanalarle in un impianto di smaltimento. In seguito all’installazione di un CWP che pretrattasse le acque reflue, la società raggiunse i parametri idonei per scaricare direttamente le sue acque nel sistema fognaria pubblico. Venne utilizzato altresì per trattare anche le acque immagazzinate senza doverle poi incanalarle in un impianto di smaltimento.

 

Trattamento dei rifiuti derivanti dalla produzione di pesticidi

A causa di normative molto severe, le industrie produttrici di pesticidi sono obbligate a pretrattare i sottoprodotti derivanti dai rifiuti della loro produzione. Utilizzando una combinazione di due sistemi di bio-trattamento per aria e per acqua, due CWP e un CAP hanno trattato toluene, i composti metallo-organici, i pesticidi e gli altri sottoprodotti contenuti nei flussi di rifiuti.

 

CASE STUDY : ADCO

  INDUSTRIA DEL MOBILE

I sistemi U-Earth si sono rilevati efficienti nel controllo delle emissioni nella lavorazione dei laminati, nel confezionamento degli imbottiti e nelle concerie, egregiamente contenendo polveri, emissioni da solventi, formaldeide, emissioni da colle e odori sgradevoli nella concia dei pellami. Nella maggior parte dei casi l’unico sistema adottato dai clienti per tentare di migliorare le condizioni dell’aria, prima di utilizzare i sistemi U-Earth, era quello di aumentare i ricambi d’aria degli ambienti contaminati con la conseguenza di un aumento di consumo di energia e un aumento degli odori esterni al sito produttivo. L’inserimento dei sistemi U-Earth ha permesso in tutti i casi di contenere gli odori alla fonte diminuendo in maniera considerevole il disagio olfattivo e l’esposizione a composti pericolosi per la salute umana.

CASE STUDY: Wilsonart

 

Società di imbottiti

Il sistema U-Earth controlla fumi esalati dalle colle per tessuti e dal particolato rilasciati dalle macchine per cucire all’interno di una Società di imbottiti a Manhattan. La qualità dell’aria è stato il disturbo numero uno degli impiegati dell’Azienda e il sistema U-Earth ha migliorato la qualità dell’aria indoor dei laboratori eliminando il fastidio.

 

Produttori di archi e frecce

Il sistema U-Earth controlla la qualità dell’aria all’interno delle officine manifatturiere di archi e frecce in California. I fabbricanti durante il loro lavoro utilizzano acetone e da due a tre tubi di colla al giorno per incollare le piume alla plastica. L’inalazione di queste sostanze ha causato nelle persone disturbi come mal di testa, nausea e vertigini. Il sistema U-Earth ha migliorato la qualità dell’aria e di conseguenza i disturbi degli operai.

 

Trattamento delle acque sotterranee contaminate in un impianto di trattamento del legno

Il CWP è stato utilizzato per il trattamento delle acque del sottosuolo contaminate dai PAH in un impianto di trattamento del legno a Gainsville in Florida. L’obiettivo era costituito da naftalene, fenantrene, fluorantene, pirene, antracene, acenaftene. Due impianti CWP sono stati installati in loco nel sottosuolo per trattare le acque sotterranee. Dopo un periodo di un anno, circa il 65% di 49 libre (22kg circa) del target PAH è stato debellato superando gli obiettivi del progetto. 

 

  DEPOSITI E TRATTAMENTO RIFIUTI

 

Il problema della migrazione degli odori outdoor è un tema ampiamente studiato dagli ingegneri di U-Earth in quanto affligge in modo importante tutto il vicinato creando grandi problemi di convivenza con le attività limitrofe. Gli odori persistenti, viaggiano sul particolato. Queste particelle sono elettricamente cariche. Il loro movimento è controllato da campi elettrici e non dai flusso d'aria in quanto la maggioranza delle particelle , nella misura del 98% delle particelle totali, sono inferiori a 0,5 micron e quindi con massa troppo piccola per rispondere a gravità o ventilazione. Per questo motivo i sistemi U-Earth sono in grado di creare una zona di aria pulita entro un determinato raggio d’azione anche in ambienti outdoor, contenendo in modo eccellente le problematiche odorigene strettamente nel punto di generazione ed impedendone la diffusione. CASE STUDY: ARPA Tremosine, Abcwua, Recycling Facility

 

Controllo degli odori negli impianti di riciclaggio dei rifiuti solidi urbani (RSU)

Le emissioni provenienti dagli impianti di riciclaggio dei rifiuti solidi urbani (RSU) di New York sono controllate da due AIRcel25000. Ogni singolo AIRcel, che possiede una capacità nominale di 225 kg circa di particelle inquinanti al giorno, è stato posizionato all’interno dell’impianto di riciclaggio a circa 3 metri sopra il livello del pavimento in modo da essere fuori dall’area di passaggio degli operai e dei camion. Posizionandoli invece tra di loro ad una distanza di circa 30mt., i raggi d’influenza degli AIRcel si sovrappongono creando una zona d’aria pulita. All’interno degli uffici invece sono stati installati degli ulteriori AIRcel di dimensioni ridotte per il controllo degli odori. Immediatamente la riduzione degli odori fastidiosi viene percepita in maniera palese dimostrata anche dalla diminuzione di denunce, da parte del vicinato, della presenza degli stessi. Contemporaneamente anche le emissioni degli scarichi dei mezzi di trasporto sono state eliminate. 

 

 
 

MAGAZZINI E  PARCHEGGI SOTTERRANEI

Controllo del monossido di carbonio in magazzini di carico

Alti livelli di monossido di carbonio sono continuamente distrutti da un AIRcel600 all’interno di una superficie di circa 90.000mq dei magazzini del VA Medical Centre a San Diego, California. Precedentemente al’installazione del sistema U-Earth all’interno dei magazzini, i livelli di CO superavano in continuazione i limiti accettabili, non a caso gli impiegati all’interno dei magazzini soffrivano di mal di testa, nausea e vertigini. Un continuo monitoraggio ha dimostrato che, dopo l’installazione dell’AIRcel600 all’interno dei magazzini, le emissioni di CO sono state portate su livelli non nocivi rimanendo entro i parametri consentiti.

 

 

  CERERIE

Controllo di odori in un impianto di produzione di candele profumate

I vicini di un impianto di produzione di candele profumate hanno denunciato la presenza di esalazioni derivanti dallo stesso. Per non avere problemi e continuare ad avere buoni rapporti col vicinato, il proprietario dell’impianto ha fatto installare vicino alla linea di montaggio un AIRcel5000, mentre diversi AIRcel85 sono stati posizionati negli uffici circostanti e nelle aree di riempimento. Il sistema U-Earth controlla gli odori nelle aree di linea di montaggio in misura tale che il proprietario ora li disattiva periodicamente per non eliminare completamente l’aroma profumato delle candele. 

CASELLI AUTOSTRADALI TUNNEL E DOGANE

 

Le zone di imbocco dei tunnel, così le stazioni di frontiera e i caselli, hanno un grosso problema di inquinamento dovuto al traffico in coda. Gli operatori nel caselli sono chiusi in spazi limitati a ventilazione controllata che non sempre riesce a proteggerli dalla importante contaminazione del traffico veicolare. Ciò è ancora più evidente nelle zone di dogana all’imboccatura dei tunnel che mostrano picchi di elevate concentrazioni di contaminazione nelle ore di punta oltre a subire la contaminazione incrociata proveniente dal tunnel stesso che funge da camino. In questi casi il sistema U-Earth permette di de-saturare la zona generando notevoli risparmi rispetti al tradizionale utilizzo della ventilazione, che per ottenere risultati apprezzabili deve muovere importanti masse di aria opportunamente canalizzata, e non sempre riesce a risolvere il problema. I sistemi U-Earth sono estremamente efficaci per contenere tutte le problematiche legate al traffico veicolare, compresi CO, VOC, Nox, SOx e polveri sottili.

CASE STUDY: Caselli Gran San Bernardo.

 

  ALLEVAMENTI E FATTORIE

Una delle applicazioni interessanti del sistema U-earth è per l'industria dell’allevamento di polli o bestiame o per i maneggi. Gli ambienti inquinati possono essere controllati internamente utilizzando i sistemi AIRcel. L'aria ambientale che respirano gli animali sarà notevolmente più pulita da ammoniaca, polveri, batteri e odori fuggitivi (come fumi diesel da attrezzature agricole). Questa soluzione è ottimale per allevatori di bestiame e maneggi, perché la salute degli animali è di primaria importanza per una crescita sana anche grazie alla limitazione della contaminazione batterica e virale incrociata che genera epidemie tra animali. La riduzione di ammoniaca nell'ambiente produce animali più felici e più sani e ciò si traduce in una crescita più rapida delle bestie e minore incidenza di malattie. Meno di ammoniaca all'interno delle stalle riduce anche lo scarico nell'ambiente rendendo la fattoria o il maneggio un luogo più sano per gli animali e più sostenibile per l’ambiente.

CASE STUDY: Monferrato, Futurum GEIE.